Sicurezza

 

  Strategia del DSV in ambito di sicurezza e tutela della salute e dell’ambiente

Il Dipartimento di Scienze della Vita è impegnato a mantenere e consolidare un Sistema di Gestione per la Sicurezza e l’Ambiente, al fine di assicurare il miglioramento continuo delle sue prestazioni e di contribuire positivamente alla vision e ai piani strategici dell’Università degli Studi di Trieste in materia di salvaguardia della salute, della sicurezza sul posto di lavoro e della tutela dell’ambiente, prevenendo qualsiasi forma di inquinamento e danno che possano essere causati dalle attività in esso svolte.

Tale impegno trova pratica applicazione nel:

  • sensibilizzare tutti i lavoratori in tema di sicurezza e tutela dell’ambiente tramite specifiche attività formative e informative, avvalendosi anche della collaborazione del Servizio Prevenzione e Protezione di Ateneo
  • assicurare il rispetto della normativa vigente e delle prescrizioni in materia emanate dall’Ateneo
  • fornire adeguate informazioni al personale esterno presente nella sua struttura affinché possa adottare comportamenti corretti, tutelando la sicurezza, la salute e l’ambiente
  • favorire la ricerca e l’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili per minimizzare l’impatto ambientale delle attività svolte nel Dipartimento e per prevenire incidenti, infortuni e malattie professionali
  • promuovere una sistematica riduzione dei consumi energetici e delle risorse naturali nell’ottica della riduzione dei rischi.

 

  Numeri utili

 

  • Numero unico del Servizio di Vigilanza di Ateneo: (+39) 040 558 2222 (operativo 24 h)
  • Numero unico per le emergenze – NUE (Pronto soccorso, VVF, Carabinieri, Polizia): 112
  • Centro antiveleni: 02/66101029

 

La modalità di chiamata dei soccorsi  per le emergenze è descritta in un modulo predisposto da esporre nei locali degli edifici.

  

  Elenco Addetti e Preposti

La ricerca viene effettuata sulla pagina web Elenco addetti alla sicurezza del sito del Servizio Prevenzione e Protezione (SPP) di Ateneo per edificio o per funzione scegliendo tra dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, addetti ai disabili, addetti antincendio e antifumo.

Sul sito di SPP si trova la modulistica per la nomina di addetti e preposti.

 

  Sicurezza nei laboratori

È fatto obbligo a tutti i docenti/preposti di informare gli studenti, dottoranti, assegnisti, ecc. circa i rischi inerenti alla sicurezza nei laboratori per quanto concerne la strumentazione scientifica, il suo funzionamento e il tipo di sperimentazione prevista.

Per le procedure da seguire, onde evitare anche il minimo incidente in laboratorio, sono stati predisposti documenti e protocolli inerenti la sicurezza quali:

Si fa presente che il numero minimo di persone presenti in laboratorio è due (regolamentato sia dal buon senso che dalla normativa). È fatto assoluto divieto restare in laboratorio da soli.

E’ stato inoltre predisposto un breve testo riassuntivo delle buone pratiche di comportamento nei laboratori.

 

  Laboratori radioisotopi

Per l’accesso e le norme in materia di sicurezza da seguire nei laboratori radioisotopi si vedano i regolamenti appositamente predisposti dall’Esperto qualificato di Ateneo per il laboratorio 205 ed. R e il laboratorio 219 ed. Q.

 

  Sicurezza nelle attività di campo

I docenti / preposti devono verificare le coperture vaccinali (antitetanica, TBE) e fornire indicazioni adeguate in merito al problema zecche e all’abbigliamento che deve essere adeguato alle attività che si svolgeranno in campo.

 

  Piani di emergenza e sorveglianza sanitaria

Tutti i frequentatori delle sedi del Dipartimento devono avere familiarità con i piani per le emergenze, le planimetrie di evacuazione, la presenza di aree a rischio elevato (riportate anche sulle porte dei laboratori), le modalità di chiamata dei soccorsi e i recapiti degli incaricati locali antincendio, primo soccorso e disabili per l'attuazione delle procedure di emergenza.

I referenti di edificio collaborano con il Servizio Prevenzione e Protezione d'Ateneo alla valutazione dei rischi (congiuntamente ai preposti dei laboratori), alla redazione dei piani di emergenza e alla gestione delle emergenze.

Sul sito del SPP si trovano anche le indicazioni per la sorveglianza sanitaria e la modulistica per la richiesta di flessibilità per le gestanti.

Ultimo aggiornamento: 10-05-2018 - 11:15