Vie di segnalazione in oncologia di base e traslazionale (Prof. Del Sal)

Prof. Giannino Del Sal

Tel. 040 3756801
Fax. 040 398990
Email: gdelsal@units.it

 

Curriculum breve

Educazione

1988-1989  Ricercatore post-doc presso l’Unità di Molecular Oncogenesis, Cell and Genome Studies, International Centre for Genetics and Biotechnology (ICGEB), Trieste.
1987         Ricercatore post-doc nel programma di Molecular Oncogenesis, Cell and Differentiation Program, European Molecular Biology Laboratory (EMBL), Heidelberg, Germany.
1985-1986    Ricercatore post-doc in Biochimica, Dipartimento di Biochimica, Università degli Studi di Trieste.
23/11/1984  Laurea summa cum laude in Biologia, Università degli Studi di Trieste, Trieste, Italy.

 

Carriera

2012-2018  Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita, Università degli Studi di Trieste.
2001-oggi   Professore Ordinario in Biologia Applicata, Università degli Studi di Trieste.
1996-oggi   Direttore dell’Unità di Oncologia Molecolare del LNCIB, Trieste.
1998-2001  Professore Associato in Biologia Applicata, Università degli Studi di Trieste
1991-1998  Ricercatore Universitario in Biologia Applicata, Università degli Studi di Trieste
1994-1996  Ricercatore ospite, Laboratory of Cell Biology, Mitotix Inc., Cambridge, USA.
1992-1994  Ricercatore presso LNCIB, Trieste.
1990-1991  Ricercatore ospite, Unità di Cell and Genome Studies, International Centre for Genetics and Biotechnology (ICGEB), Trieste.

 

Attività Editoriale

2017-oggi    Membro dell’ Editorial Board della rivista Cell Death and Differentiation
2017-oggi    Membro dell’ Editorial Board della rivista Journal of Molecular Cell Biology (JMCB).
2008-oggi    Membro dell’ Advisory Editorial Board della rivista EMBO reports.
2008-2011   Membro dell’ Advisory Editorial Board della rivista EMBO journal.

 

Altre esperienze professionali, memberships in società scientifiche

2018-oggi     Membro del Comitato Scientifico dei simposi della Fondazione Pezcoller
2014-oggi    Membro del Collegio dei Docenti del Programma di Dottorato Joint PhD Program in Molecular Biology (JuMBO)- Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), International Centre for Genetics and Biotechnology (ICGEB), Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste.
2010-oggi    Membro del Comitato Scientifico Borse di Studio dell’ Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC).
2006-2015   Membro del Comitato Scientifico Internazionale dell’ Istituto Toscano Tumori (ITT).
2011-2012  Membro dei Gruppi di Esperti della Valutazione per l’Area Scienze Biologiche e per l’Area Scienze Mediche), Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema universitario e della Ricerca (ANVUR).
2010-2012  Membro del Comitato per la Valutazione della Ricerca di Ateneo (CVR), Università degli Studi di Trieste.
2007-2012  Direttore della Scuola di Dottorato in Biomedicina Molecolare, Università degli Studi di Trieste.
2004-2009  Membro del Comitato Scientifico, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC).
2004-2007  Membro del Comitato Scientifico, Consorzio di Biomedicina Molecolare (CBM), Trieste, Italy.

 

Oltre 15 anni  Attività di revisore scientifico per programmi nazionali e internazionali di finanziamento alla ricerca scientifica, tra cui: European Commission, Israeli Science Foundation, Cancer Research (UK), Wellcome Trust (UK), Research Council of Hong Kong, World Wide Association for Cancer Research (UK), Fondation contre le Cancer (Be), EMBO (Germany), Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC, Italy).

 

Oltre 15 anni  Attività di revisore scientifico per le riviste Nature, Nature Medicine, Nature Cell Biology, Molecular Cell, Science, EMBO Journal, EMBO Reports, Journal of Cell Biology, Proceedings of the National Academy of Sciences USA, Cancer Research, Oncogene, Cell Death and Differentiation, Journal of Cell Science e altre.

 

Premi e riconoscimenti

2006   Membership, European Molecular Biology Organization (EMBO).

 

Profilo scientifico

Sin dall’inizio della carriera scientifica, Del Sal si è dedicato allo studio della biologiadel cancro, integrando diversi aspetti, approcci e tecnologie e fornendo essenziali contributi alla comprensione dei meccanismi chiave della patogenesi dei tumori. Il lavoro di Del Sal integra lo studio dei meccanismi della soppressione tumorale, di diverse vie oncogeniche coinvolte nell’evoluzione tumorale e nella metastasi con approcci traslazionali volti allo sviluppo di nuovi metodi e strategie terapeutiche antitumorali.  

 

Principali traguardi scientifici

  • clonaggio e caratterizzazione del gene GAS1 nel contesto dell’arresto del ciclo cellulare (Del Sal et al., Cell 1992; Del Sal et al., Proc Natl Acad Sci USA 1994);

  • caratterizzazione di nuove modificazioni post-traduzionali (Gostissa et al., EMBO J 1999) e localizzazione subcellulare dell’oncosoppressore p53 (Fogal et al., EMBO J 2000);

  • scoperta di nuovi meccanismi di regolazione dell’oncosoppressore p53 e dei membri della famiglia di p53 (Zacchi et al., Nature 2002; Mantovani et al., Mol Cell 2004; Mantovani et al., Nat Struct Mol Biol 2007; Drost et al., Nat Cell Biol 2010);

  • scoperta che l’attivazione del proteasoma rappresenta un meccanismo oncogenico comune a diverse forme mutate oncogeniche di p53 nei tumori umani  (Walerych et al., Nat Cell Biol 2016).
  • scoperta dell’impatto della prolil-isomerasi Pin1 su i) la pathway di Notch nella regolazione della proliferazione e del mantenimento delle cellule staminali mammarie normali e tumorali e ii) l’attivazione delle proprietà oncogeniche delle forme mutate di p53; identificazione e caratterizzazione del primo inibitore covalente di Pin1 in grado di colpire selettivamente cellule tumorali (Rustighi et al., Nat Cell Biol 2009; Rustighi et al., EMBO Mol Med 2014; Girardini et al., Cancer Cell 2011; Campaner et al Nat Commun 2017);
  • scoperta della regolazione degli oncogeni YAP/TAZ da parte della via biochimica del mevalonato (Sorrentino et al., Nat Cell Biol 2014), e scoperta che tale via regola l’accumulo delle forme mutate di p53 promosso dalla meccanotrasduzione nei tumori (Ingallina et al Nat Cell Biol 2018). Tali studi hanno fornito la base per l’attivazione di 2 studi clinici di Fase II: i) attività preoperatoria del farmaco zoledronato in pazienti con tumore al seno di tipo triplo negativo (clinical trials.gov NCT02347163) e ii) chemioterapia neoadiuvante in associazione con zoledronato e atorvastatina in pazienti con tumore al seno di tipo triplo negativo (clinical trials.gov NCT03358017).
  • Scoperta della regolazione dell’attività dell’oncogene YAP da parte degli ormoni glucocorticoidi nel tumore al seno (Sorrentino et al Nat Commun 2017).  

 

Brevetti

  • Patent US8822420 B2 - Peptides and aptamers therof as specific modulators of mutant p53 function.
  • Patent WO2012172511 A1: Method for the prognosis of breast cancer based on the expression of the gene PIN1 in combination with mutations in the gene TP53.


 

Info

Ultimo aggiornamento: 12-12-2018 - 21:30